Novità

16 milioni di euro per il finanziamento di piani formativi e voucher e semplificazione delle procedure di rendicontazione con l’introduzione dei costi standard.

 

Dal 2 febbraio 2015 è possibile presentare a Fondir richieste per il finanziamento di Piani e voucher a valere sulle risorse dell’annualità 2015. Sono 16 i milioni a disposizione delle imprese iscritte.

Molte le novità introdotte e che riguardano soprattutto la modalità di rendicontazione delle spese sostenute per la formazione.

Per i Piani aziendali, settoriali, territoriali e per quelli individuali organizzati dall’azienda è riconosciuto il rimborso a costi unitari standard, secondo massimali previsti dalla Guida alla gestione e alla rendicontazione dei Piani finanziati 2015.

Le voci di spese rimborsabili attraverso i Costi Unitari Standard sono le seguenti:

  • Personale esterno impegnato nel Piano, in particolare: docenti, coordinatori, tutor, ricercatori, progettisti, direttore Piano, personale amministrativo
  • Spese di vitto, quantificate, forfettariamente, a € 50 a giorno, riconosciute a partire dalle  6 ore giornaliere di formazione.
  • Formazione a Distanza (FAD). E’ rimborsata sulla base dei seguenti parametri: 20€/ ora allievo per fad asincrona (formazione differita, ad esempio pillole formative) e 50€/ ora allievo per fad sincrona (ad esempio videoconferenza in diretta).

In fase di rendicontazione, per giustificare tali spese a costi unitari standard, sarà necessario presentare soltanto, un’autodichiarazione, resa ai sensi della legge 445/00, di avvenuto pagamento dei compensi previsti e di tutti gli oneri riflessi, contenente gli estremi dell’incarico (periodo e oggetto) e regolarità contributiva. Le dichiarazioni rese saranno oggetto di controllo a campione finalizzato a verificare la veridicità delle informazioni contenute.

Le altre voci di spesa, ivi compreso il costo del lavoro dei dirigenti in formazione e personale interno impiegato nel Piano, saranno rendicontate a costi reali.

Questa nuova modalità, in vigore per l’Annualità 2015 in via sperimentale, ha l’obiettivo di semplificare i processi di rendicontazione dei costi sostenuti per la formazione.

 La tabella di sintesi allegata Documenti da produrre per la Rendicontazione Annualità 2015 riporta, per ogni voce di spesa, i documenti da produrre in sede di rendicontazione ed i relativi massimali. Per ogni approfondimento si rimanda alla Guida alla Guida alla gestione e alla rendicontazione dei Piani finanziati 2015 pubblicata sul sito del Fondo.

 
Accedere alla risorse è ancora più semplice. Occorre:

  • Essere iscritti a Fondir (Codice FODI su Mod. INPS UNIEMENS)
  • Registrarsi in UNICAFONDIR e compilare il formulario e piano finanziario on-line
  • Inviare, attraverso Piattaforma informatica, la documentazione richiesta

La domanda deve essere accompagnata da pochi allegati che devono essere compilati on-line, stampati, debitamente firmati, scannerizzati e caricati sulla Piattaforma informatica.

Per il 2015, le imprese possono inviare le loro proposte a partire dal 2 febbraio 2015 e fino al 21 dicembre 2015.
 

La richiesta di finanziamento dovrà pervenire in originale, con la documentazione prevista, entro il 20 del mese in cui è stato presentato on-line il Piano.

 

Consulta le MODALITA' DI ACCESSO AL FINANZIAMENTO DEI PIANI E DEI VOUCHER

Per conoscere le risorse a disposizione consulta i documenti CRITERI PER L'UTILIZZO DELLE RISORSE, ANNUALITA' 2015:

Per ulteriori dettagli si invita a consultare l’area “Presentazione Piani Formativi” e “Richiesta Voucher
 
Il nuovo Regolamento Ce sugli aiuti di Stato ha introdotto, dal 1 luglio 2014, importanti novità che impattano sulla presentazione, gestione e rendicontazione dei Piani formativi e Voucher. Per ulteriori approfondimenti,
clicca qui.